Cinema Teatro delle Rose

Storia

Storia

Il Cinema Teatro Delle Rose, nasce il 19 settembre 1971, dalla determinata volontà delle sorelle Rachele e Giovannina Ruocco, che con i loro rispettivi consorti, il Comm. Ermanno Acanfora e il Cav. Agnello Maresca, commercianti e imprenditori, fondarono, nel 1966 la “Società Parco delle Rose” insieme all’ingegnere Antonino Cesaro e all’architetto Gaetano Mascolo. dando così il via ad un importante progetto di edificazione ed espansione urbana che vede come opera principale proprio la costruzione del Cinema Teatro Delle Rose che andrà a sostituire le due precedenti sale cinematografiche preesistenti in quest’area, il cinema Moderno, attivo già da prima della seconda guerra mondiale e il cinema Astoria, che dalla fine degli anni 40 occupava i locali in uso alle forze alleate durante la grande guerra.

Durante la realizzazione dell’imponente struttura, che all’epoca contava 1200 posti a sedere (portati agli attuali 961 dalle successive normative in materia di sicurezza), considerata tutt’ora come uno delle più grandi ad ospitare un cinema-teatro nella provincia di Napoli, furono adottate alcune tra le più avveniristiche soluzioni di ingegneria strutturale per quegli anni, tra queste ricordiamo la realizzazione e la posa in opera delle grandi travi a sostegno del soffitto della sala, su progetto del Prof. De Fez. 

Grande risalto fu dato anche alla parte estetica delle struttura facendo realizzare, su progetto specifico, delle vere e proprie opere d’arte per adornare gli ambienti e le sale, tra le quali spiccano incontrastato lo splendido tappeto damascato in trama unica che ricopriva interamente il pavimento del foyer e le migliaia di rose in vetro di Murano, modellate su un disegno dell’arch. Mascolo e realizzate a mano dagli artigiani veneziani, che ancora oggi ornano i grandi rosoni della sala e tutti i punti luce della struttura. Mensione obbligata va al grande affresco che circonda il perimetro della sala, ideato e dipinto dal maestro Vincenzo Stinga e raffigurante simboli, soggetti e luoghi tipici della penisola sorrentina.

Parallelamente vede la luce la gestione artistica del cinema teatro delle rose che ha la sua genesi nelle passate avventure del visionario imprenditore Luigi Massa che già si era distinto per essere la colonna portante del cinema in penisola: prima il Teatro Tasso e il Moderno poi il cinema Astoria, successivamente L’Aequa e soprattutto nel 1956 il Cinema Armida di Sorrento.

Luigi Massa, che di cinema e per il cinema viveva, fu proprietario della casa di distribuzione UNIDIS, la cui punta di diamante fu “Per un Pugno di dollari” di Sergio Leoni.

Il destino però non diede a Luigi Massa la gioia di veder realizzato il suo ultimo e più imponente progetto…il Cinema Teatro delle Rose. Solo due mesi prima dell’inaugurazione venne a mancare e la sua “creatura” fu affidata al figlio Michele, appena trentenne, che insieme a Russo completò l’opera del padre fino alla trionfale giornata inaugurale. In quel Settembre del 70 i primi di innumerevoli sognatori calcarono le soffici trame damascate del foyer, quando il biglietto di ingresso al cinema costava solo 400 lire, mentre sullo schermo scorrevano le scene di “Passeggiando sotto la pioggia di primavera” (con Anthony Quinn ed Ingrid Bergman), il primo di tanti capolavori che negli anni si sono susseguiti.

I successi del cinema teatro delle rose sono rappresentati fin dagli inizi dalla  Cine. Sor. Srl, la prima srl della penisola sorrentina, che aveva come soci Lucio e Gianpiero Mirra, Aniello Russo e Michele Massa. Nel 2004 il sogno si rinnova e la Cine. Sor. Srl viene rilevata da Antonio Mirone e Carmen Mascolo, due giovani imprenditori, coppia nella vita e nell’arte.

Con la nuova guida, il Teatro Cinema Delle Rose ha ospitato le migliori compagnie teatrali, portando nell'area di Sorrento il meglio della commedia e del teatro italiano e straniero, sorpassando di fatto un periodo di buio artistico durante il quale era stata privilegiata l’attività di proiezione cinematrogafica a discapito di quella teatrale.

Da allora non si contano i successi e le innovazioni apportate sempre nel rispetto di una indiscussa e storica eredità. Ai cartelloni teatrali hanno affiancato nuovi modi di vivere il teatro, rivolti soprattutto ai giovani e giovanissimi. Nel progetto di rilancio del Cinema Teatro rientrano oggi importanti attività di formazione e talent scounting organizzate in collaborazione con gli istituti scolastici dell'area: laboratori, stage, incontri e iniziative che non si limitano alla recitazione teatrale o al cinema, ma spaziano tra le diverse arti - dalla musica alla poesia - secondo un approccio integrato e multidisciplinare. La Cine. Sor. Srl opera oggi anche come società di gestione e produzione di eventi.

Dal 2004 il teatro delle rose ospita la compagnia “Festina Lente Company Theatre” un’associazione culturale che nel giro di pochi anni ha collezionato  numerosi obbiettivi come la fondazione di un laboratorio intorno alle arti sceniche “Le ali dipinte di Icaro” ed una scuola di musica “School of Rock”  nonché la realizzazione di creazioni-produzioni proprie, tra le quali: “Re Monnezza”, “Nell’Officina dell’Amleto”, “Hamlet de la nuit”, "Psico Paradise & Co.", "Il Regno delle Favole", “Robin Hood”, "Da quali stelle siamo caduti", "Canto di Natale", "L'Arrampicatore".

Oggi il Cinema Teatro Delle Rose propone un'offerta ricca e articolata, con spettacoli teatrali pensati per un pubblico di adulti e ma anche e soprattutto si bambini: la rassegna di teatro serale "TEATRINVITO", la rassegna di teatro-ragazzi "MAPPE: il dito e la luna" e il ciclo di spettacoli "DOMENICA A TEATRO CON MAMMA E PAPA'" testimoniano l’impegno e la tenacia con i quali il Cinema Teatro Delle Rose diffonde i valori della cultura, dell’arte e dello spettacolo.